Pierluigi Abbondanza


nasce nel 1975 a Giulianova (TE) dove vive e lavora.
nel 1992 si iscrive all’accademia di belle arti di Roma dove frequenta il corso di
pittura del prof. Aldo Turchiaro e si diploma nel 1997.
Abbondanza rivolge il suo interesse prevalentemente alla pittura antica e già in
diversi quadri giovanili mostra il desiderio di rileggerla in chiave contemporanea .
Il confronto con le opere degli antichi maestri diventa per il pittore un ‘occasione
per raggiugere la consapevolezza delle proprie capacita’ tecniche.
Nel 2006, l’attenzione per lo studio delle tecniche pittoriche e il desiderio di
assecondare la propria espressività raggiungono una fase di svolta nell’interesse per
la “pittura anacronista”, in particolar modo quella di stefano di stasio, conosciuto nello
stesso anno.
abbondanza inizia a concepire un ciclo di opere in cui varie suggestioni possano
aiutarlo nel rileggere con spontaneità la storia dell’arte recente e passata. cosi’, nelle
sue opere si configurano elementi legati alla sacralità ed ad un’idea di comunicazione del
rapporto fra arte e scienza.
L’Attività espositiva di abbondanza inizia nel 1996 con la collettiva “percorsi tra
passato e presente” nella sala provinciale di Teramo. l’anno successivo, nella stessa
citta’, partecipa alla mostra-convegno “laboratorio d’arte” presentata nei locali dell’ex
neuropsichiatrico.
Tra il 1998 e 1999 prende parte a diverse rassegne in provincia e riprende la sua
attivita’ espositiva nel 2001 con la mostra itinerante “pasqua in palestina, omaggio a
Tullio Catalano” (l’Aquila – Gerusalemme), Museo Muspaq.
Nel 2007, partecipa a “nuovi realismi, la centralita’ di linguaggi tradizionali”, 58°
edizione del premio Michetti a cura di Maurizio Sciaccaluga, mostra da cui nasce una
selezione di artisti voluta dal presidente della giuria vittorio sgarbi che, in memoria ed
onore del curatore scomparso non molti giorni prima, viene portata al padiglione d’arte
contemporanea di milano con titolo “nuovi pittori della realta’”.
Un anno dopo, e’ uno dei vincitori della rassegna “un mosaico per tornareccio” (ch)
assieme a Sergio Ippoliti, Jacopo Cascella, Antonio Maya e Fujio Nishida e ancora in Abruzzo
segue il corso di perfezionamento per l’arte sacra della fondazione Stauròs di S. Gabriele
(TE) partecipando alla mostra giovani artisti di-segnano il sacro.
Nel 2009 e’ presente alla rassegna “sulle vie dell’arte”, residenza d’artista in Ascoli
Piceno e mostra dislocata in quattro sedi: battistero, museo diocesano e chiese di santi
Vincenzo e Anastasio e Santa Maria Intervineas
2010-personale-vii edizione arte e musica-sala Giuseppe Trevisan (Giulianova)
cento artisti disegnano la Madonna Museo Stauròs d’arte sacra contemporanea San
Gabriele, Isola del Gran Sasso (TE)
2011-credere la luce-museo d’arte dello splendore, Giulianova (TE)
2012-hieros, Museo Michetti, Francavilla al mare (CH).

No Comments »

No comments yet.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment