ASCOLI – Mauro Covacich da Rinascita


Mar ’13
14
17:00


Arte Contemporanea Picena, in collaborazione con il Liceo Artistico “Osvaldo Licini”, nell’ambito del ciclo Incontri con l’autore, organizzato da Libreria Rinascita, vi invita all’incontro con lo scrittore Mauro Covacich (L’arte contemporanea spiegata a tuo marito).

Giovedì 14 marzo, 2013, dalle ore 17:00, alla libreria “Rinascita”, l’autore presenterà 3 romanzi;  Fiona, A nome tuo e il recentissimo L’esperimento (data di uscita 12/03/13).
Venerdì 15 marzo 2013 dalle ore 10:00 replicerà l’appuntamento presso il Liceo Artistico “O. Licini” di Ascoli Piceno, per un incotro più informale con gli studenti.

Gli Incontri con l’autore sono una serie di appuntamenti ideati da Libreria Rinascita in collaborazione con alcune scuole secondarie provinciali aderenti al progetto Scrittori a scuola, in cui gli studenti presentano in modo originale e creativo autori del panorama nazionale ai loro compagni e alla cittadinanza.
  vedrà protagonisti gli studenti del Liceo Artistico Osvaldo Licini che, in sinergia con Arte Contemporanea Picena, ospiteranno Mauro Covacich, scrittore e artista visuale.

 

Mauro Covacich, nato a Trieste classe 1965, è romanziere e saggista.
L’esordio è con Storie di pazzi e di normali (1993) cui seguono Colpo di Lama (Neri Pozza, 1995), Mal d’autobus (Tropea, 1997), Anomalie (Arnoldo Mondadori Editore,1998, 2001), e La poetica dell’Unabomber (Theoria, 1999) che è una raccolta di reportages.
Nel 1999, consegue l’Abraham Woursell Prize, una borsa di studio triennale dell’Università di Vienna che gli consente di effettuare periodi di “writer in residence” in numerose università europee e statunitensi.
Nel 2001 pubblica L’amore contro (Arnoldo Mondadori Editore), poi ripubblicato da Einaudi.
Nel 2003 dà inizio a una “pentalogia”, un ciclo letterario che si compone di 4 romanzi, A perdifiato (Einaudi, 2003) Fiona (Einaudi, 2005), Prima di sparire (Einaudi, 2008),  A nome tuo (Einaudi, 2011), e una video/audio-installazione L’umiliazione  delle stelle (prodotta da Buziol-Einaudi-Magazzino d’Arte Moderna Roma 2010), performance in cui l’artista-scrittore “scrive” con il corpo e che egli definisce opera di videoletteratura.
Nel 2009 esce per Einaudi ST Vi perdono di Angela Del Fabbro. Dietro questo pseudonimo si nasconde lo stesso Covacich che nella seconda parte di A nome tuo ripropone la storia con il titolo Musica per Aereoporti. Da questo romanzo breve Valeria Golino ha tratto un film in uscita nel febbraio 2013.
Covacich collabora dal 1998 col Corriere della Sera e con altre testate.
Nel 2011 ha pubblicato L’arte contemporanea spiegata a tuo marito le cui lezioni sono prima apparse in forma di post sul sito italiano di Vanity Fair. Ha inoltre realizzato per la Rai alcuni radio documentari e il radiodramma Safari.
Covacich insegna scrittura presso l’Università di Padova.

«Non mi dilungherò ora sul fatto che ho scavato per dodici anni nello stesso buco e l’ho trovato talmente infestato di alter ego da farne quattro romanzi e una videoinstallazione»
Mauro Covacich Corriere della Sera 17 settembre 2012

No Comments »

No comments yet.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URL

Leave a comment